UN APPELLO CONTRO L'ANALFABETISMO

"Coloro che hanno ricevuto pochissime o nessuna opportunità di istruzione dovrebbero ricevere, secondo l’articolo 3 della Costituzione, maggiori opportunità e risorse. 
Non essere in grado di leggere e scrivere significa dover dipendere da altri per molte operazioni quotidiane, e quindi perdere la propria autonomia di adulti per il soddisfacimento dei bisogni elementari: iscrivere un figlio a scuola e seguirne il percorso, pagare il ticket di una visita medica e comprendere le istruzioni relative ai farmaci, acquistare un biglietto per il trasporto pubblico da una macchinetta. Vivere in una comunità, valutarne le scelte, eleggere coloro che la governeranno, poter utilizzare la lettura e la scrittura per la crescita ed il benessere proprio e altrui sono azioni altrettanto essenziali alla vita di un adulto. Nel non occuparci tempestivamente di questa emergenza, mettiamo in pericolo l’intero paese".

Questo è solo un estratto dell'appello contro l'analfabetismo, "paralisi e cura per l'Italia", lanciato dalla prof.ssa Paola Casi (insegnante, autrice, formatrice di Italiano L2), che si può sottoscrivere a questo link su Change.org. Paola Casi ce ne ha parlato anche in diretta a Voci Fuori Campo, ecco il suo intervento:



Nessun commento:

Posta un commento