SERVIZIO CIVILE: PARTENZE BLOCCATE

DALLA PUNTATA DI SABATO 21.01:


Donata Columbro - giornalista di Volontari per lo sviluppo - ci spiega cosa sta succedendo al Servizio CIvile e Roberta Fusco - una volontaria pronta a partire per l'Ecuador - ci racconta la situazione per come la stanno vivendo tanti giovani italiani.
Shahzad Sayed, un ragazzo pachistano di 26 anni che vive in Italia da 15, ha presentato un ricorso contro l'impossibilità - per i ragazzi che non hanno la cittadinanza italiana - di partecipare al bando per il Servizio Civile Nazionale. 
Una sentenza del Giudice del Lavoro di Milano accoglie questo ricorso e apre agli stranieri residenti in Italia l'accesso al Servizio Civile, giudicando discriminatoria l'impostazione dei precedenti bandi. Per consentire anche ai non italiani di parteciparvi, però, l'ordinanza impone la riformulazione del bando di quest'anno bloccando l'inizio di quest'esperienza per i giovani già selezionati che si preparavano a impegnarsi per 12 mesi (in Italia o all'estero) in progetti di Servizio Civile.Questo fa scattare l'allarme e la mobilitazione online: pur condividendo la necessità di aprire il bando anche ai cittadini stranieri che vivono in Italia - una posizione sostenuta dalle organizzazioni stesse che propongono il Servizio Civile -, un blocco dei progetti in partenza per il 2012 provocherebbe infatti gravi disagi per i ragazzi selezionati (che hanno organizzato un anno della loro vita facendo affidamento su questa partenza, rinunciando a lavori, affitti, iscrizione a corsi universitari) e per gli stessi progetti (che resterebbero in carenza di volontari).
Non sarebbe sufficiente rendere operative le nuove decisioni dal prossimo bando? Le aspettative sono tutte rivolte al ministro Riccardi. Lettere e campagne online chiedono di confermare la disponibilità ad aprire il bando agli stranieri ma senza mettere a rischio il futuro lavorativo di migliaia di ragazzi.

In uno Storify di Volontari per lo Sviluppo si possono seguire tutti gli aggiornamenti della vicenda.



ASCOLTA LA PUNTATA COMPLETA:

NON SOLO IL DIAVOLO VESTE ALLA MODA


ASCOLTA LA PUNTATA DI SABATO 14.01:

E' possibile coniugare l’attenzione ai consumi con l’impegno sociale? Seguire la moda ma fare attenzione alla destinazione dei soldi che vengono spesi per acquistare abiti e accessori? CISV rinnova l'appuntamento annuale con abiti e accessori per tutti gli stili, vintage,d'epoca e di oggi, sulla passerella dell'Hiroshima Mon Amour allestita perfar sfilare la solidarietà. E, per chi è interessato a una moda "attenta",non mancano le occasioni durante l'anno nelle botteghe del commercio equoesolidale. Una di queste è stata aperta proprio in pieno centro, in via Garibaldi a Torino.

UN 2012 DI RINASCITA

ASCOLTA LA PUNTATA DI SABATO 07.01:

"Terra Cometa" è realizzata in collaborazione con il "Progetto Caravan, artisti on the road", progetto di Teatro di Comunità condotto da una partnership multi-disciplinare della quale fanno parte 11 organizzazioni culturali provenienti da 9 paesi europei.Nei cortili della Cavallerizza Reale, con "Terra Cometa", Torino e i suoi cittadini rinnovano, attraverso il teatro di comunità, l’antica tradizione italiana della Sacra Rappresentazione e del Presepe Vivente e testimoniano attraverso l’arte , il dono e la convivialità il desiderio e la speranza di rinascita di una città multiculturale in profonda trasformazione. Lo scopo è quello di creare un’azione teatrale senza figuranti, se per figuranti si intendono uomini e donne che stanno senza dire: ognuno ha portato e porterà il suo pensiero, il suo sentire, le sue parole, che fanno di Terra Cometa una vera storia di magi, viaggi e omaggi, in cui tutti offrono quello che sanno: un canto, una lettura, una parola, una storia, un ricordo. E in cui anche il pubblico ha la sua parte.

NON SOLO SPORT

ASCOLTA LA PUNTATA DI SABATO 31.12:


Abbiamo conosciuto Fulvio Consoli, maestro di tennis che sta realizzando un progetto che vuole promuovere il sostegno
delle persone fragili e quelle che hanno difficoltà ad interagire a livello
sociale, attraverso i sani principi dello sport e nello specifico della
disciplina del tennis. E abbiamo ritrovato anche lo Gnomo Aspirino, un vecchio amico della nostra trasmissione: progetto di sensibilizzazione e informazione sulla realtà della sindrome di Asperger, messo in piedi da un papà "diventato" gnomo. Che ha proprio lo sport nei suoi progetti futuri.