E' PRIMAVERA!

Puntuale come ogni anno ritorna la primavera!
Oggi 21 marzo 2009, tra sole e primi fiori, ci lasciamo alle spalle i cieli grigi di un inverno rigido e iniziamo a sognare il mare...

Si sa la primavera porta sorrisi,spensieratezza e tanta speranza,ma cosa ci dice l'astronomia a riguardo?
La scienza definisce un equinozio come l'istante in cui il Sole raggiunge una delle due intersezioni tra l'eclittica e l'equatore celeste. La parola "equinozio" deriva dal latino e significa "notte uguale". Gli equinozi di marzo e settembre sono i due giorni dell'anno nei quali ha inizio la primavera o l'autunno. La definizione puramente teorica di lunghezza del giorno si riferisce a quell'intervallo di tempo compreso fra due intersezioni temporalmente consecutivi del centro apparente del disco solare con l'orizzonte del luogo geografico. Usando questa definizione, la lunghezza del giorno risulterebbe di 12 ore. In realtà gli effetti di rifrazione atmosferica, il semidiametro e la parallasse solare fanno sì che negli equinozi la lunghezza del giorno ecceda quella della notte. Agli equinozi, intesi come giorni di calendario, il Sole non può sorgere esattamente a est e tramontare esattamente a ovest in quanto, per definizione, l'equinozio è un preciso istante che evidentemente non può verificarsi contemporaneamente 2 volte nell'arco di 12 ore. Il punto dell'equinozio di primavera del nostro emisfero è anche chiamato punto vernale o punto dell'Ariete.
LO SAPEVATE CHE...
  • L'equinozio di marzo segna il primo giorno dell'anno per una varietà di calendari, inclusi il calendario Iraniano, il calendario Bahá'í. Il festival Persiano (Iraniano) del Naw-Ruz viene celebrato in questo giorno. Nell'antica mitologia persiana, Jamshid, il re mitico della Persia, ascese al trono in questo giorno e ogni anno quest'evento viene commemorato con feste per due settimane. Queste feste rievocano la storia della creazione e l'antica cosmologia del popolo Iraniano e Persiano. È un giorno di festa anche per l'Azarbaijan, l'Afganistan, l'India, la Turchia, Zanzibar, l'Albania e diversi paesi dell'Asia Centrale, è festa anche per i Kurdi. È inoltre una festività Zoroastrina, è anche un giorno sacro per i seguaci della Fede Bahá'í e per i musulmani Ismaili Nizari comunemente chiamati come gli Aga Khanis.

  • La Giornata Mondiale della Narrazione è una celebrazione globale dell'arte orale della narrazione che viene celebrata ogni anno durante l'equinozio di primavera nell'emisfero nord, mentre il primo giorno dell'equinozio di autunno nell'emisfero sud.

La nuova stagione porta anche iniziative importanti, come quella che si svolgerà a Napoli per la quattordicesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie" promossa da Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Avviso Pubblico e con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del comune di Napoli, la Provincia di Napoli e la Regione Campania. La Giornata della Memoria e dell'Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie e rinnova in nome di quelle vittime il suo impegno di contrasto alla criminalità organizzata. Libera per la XIV edizione ha scelto la Campania, ha scelto Napoli, citta' dalle mille contraddizioni, dai mille colori. L'etica libera la bellezza. Riscattare la bellezza, liberarsi dalle mafie, e' lo slogan che accompagnera' questa giornata, durante la quale si incontreranno a Napoli oltre 500 familiari delle vittime delle mafie in rappresentanza di un coordinamento di oltre 3000 familiari. Saranno presenti rappresentanti delle Ong provenienti da circa 30 paesi europee. Le iniziative ed il programma della manifestazione sono stati presentati stamane in una conferenza stampa presso la sede Rai di Roma.


Saremo a Napoli - ha dichiarato Don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera - per valorizzare il positivo. Dimostrare che c'e' un'Italia che non si arrende, che non cede allo scetticismo e alla rassegnazione, che non pensa solo a sopravvivere ma che vuole vivere, che lotta e s'impegna per affermare la liberta' e la dignita' di tutti.

Tutte le informazioni sono sul sito http://www.libera.it/

Nella prima puntata primaverile di Voci Fuori Campo, abbiamo anche ascoltato la voce di VESNA SCEPANOVIC, giornalista e attrice, che ha condiviso la sua riflessione sulla difficile situazione dei migranti in Italia, concentrandosi sugli errori della politica, sui rischi insiti nella progressiva creazione di paura e di incomprensione e sul ruolo dei messi di comunicazione in questa problematica.

per iniziaread informarsi in maniera più attenta su questo argomento -che speriamo di approfondire nelle prossime puntate della trasmissione- si può iniziare a visitare il sito babelmed.net, in cui sarà possibile trovare anche gli articoli della nostra ospite.

Nessun commento:

Posta un commento